La nuova mappa globale interattiva di assunzione di calcio dietetico negli adulti, lanciata dalla International Osteoporosis Foundation (IOF), rivela che molte popolazioni non assumono abbastanza calcio nelle loro diete. La mappa riflette i risultati di un recente studio pubblicato da un comitato direttivo sul calcio dell’IOF *.

Perché l’assunzione di calcio è una preoccupazione?

Il calcio è una componente importante dell’osso, che rappresenta tra il 30-35% della sua massa e gran parte della sua forza. Un basso apporto di calcio è stato collegato a una minore densità minerale ossea, che aumenta il rischio di osteoporosi e ossa rotte.

La quantità di calcio necessaria varia in diverse fasi della vita. Il fabbisogno di calcio è particolarmente alto negli anni dell’adolescenza a causa della rapida crescita dello scheletro e in età avanzata, quando la capacità del corpo di assorbire il calcio diminuisce. Negli adulti più anziani, la perdita ossea si verifica ad un tasso di circa l’1% all’anno, con conseguente perdita di calcio di circa 15 g all’anno.

Le raccomandazioni per l’assunzione giornaliera di calcio variano da paese a paese, tuttavia 800-1000 mg / giorno è generalmente raccomandato per gli adulti sani, con quantità superiori raccomandate per adolescenti, donne in post-menopausa, anziani e persone con osteoporosi. Gli alimenti ricchi di calcio includono tutti i latticini (latte, yogurt, formaggi), alcune verdure (ad esempio broccoli o cavoli); interi pesci in scatola con ossa morbide edibili come le sarde; alcune noci; prodotti a base di soia a base di calcio (tofu, latte di soia); e alcune acque minerali.

Grande variazione globale, importanti implicazioni per la salute dello scheletro

In occasione di un simposio speciale tenutosi oggi al Congresso mondiale sull’osteoporosi, l’osteoartrosi e le patologie muscoloscheletriche a Cracovia, in Polonia, gli esperti hanno discusso la mappa globale dell’IOF sull’assunzione di calcio dietetico negli adulti e le implicazioni del basso apporto di calcio per la popolazione mondiale.

In tutti i 74 paesi inclusi nella mappa, la stima del consumo medio di calcio alimentare tra gli adulti varia ampiamente, da un minimo di 175 mg / giorno in Nepal a un massimo di 1233 mg / giorno in Islanda. I paesi dell’Asia, dell’Africa e del Sud America hanno in genere un basso apporto di calcio, compreso tra circa 400 e 700 mg / giorno. I paesi con un’assunzione media di calcio superiore a 1000 mg / giorno sono tutti nell’Europa settentrionale. Ci può essere una grande variazione all’interno delle regioni, come in America Latina, dove la Colombia ha un consumo medio di soli 297 mg / giorno, a differenza di 805 mg / giorno in Messico.

Il dott. Ambrish Mithal, co-autore dello studio e membro del consiglio di IOF dall’India, ha dichiarato:

La mappa rivela che in molte parti dell’Asia e del Sud-Est asiatico la popolazione ha un apporto estremamente basso di calcio nella dieta, con livelli spesso inferiori a 400-500 mg al giorno. In Cina e in India, i paesi più popolosi del mondo, l’assunzione media è di soli 338 mg / giorno e 429 mg / giorno, rispettivamente. “

Il professor Wei-bo Xia, presidente della Società cinese di osteoporosi e ricerca minerale ossea, ha notato la sua preoccupazione per i bassi livelli di apporto di calcio in Cina, dove i tassi di frattura dell’anca sono in rapido aumento nella popolazione anziana. Ha dichiarato,

Le fratture dell’anca sono le fratture più gravi, costose e potenzialmente letali dovute all’osteoporosi. Le proiezioni future per la Cina indicano che entro il 2050 il numero di fratture dell’anca supererà 1 milione a meno che non vengano prese misure “.

Ha anche osservato che l’elevato apporto di phytate in relazione al basso apporto di calcio è un ulteriore aspetto di preoccupazione in Cina. I fitati, presenti in alcuni alimenti vegetali come riso, fagioli e legumi, inibiscono l’assorbimento di calcio e altri nutrienti.

Sono necessarie strategie di sanità pubblica per aumentare l’assunzione di calcio

Il professore senior Bess Dawson-Hughes, presidente del comitato direttivo del calcio dell’IOF e direttore del laboratorio del metabolismo osseo presso la Tufts University di Boston, ha commentato:

Aumentare l’assunzione di calcio per tutta la vita è una strategia importante per migliorare la salute delle ossa. Incoraggiamo le persone di tutte le età a soddisfare i loro requisiti di assunzione di calcio consumando una varietà di alimenti ricchi di calcio. Per le persone che potrebbero non essere in grado di assumere abbastanza calcio attraverso la loro dieta, potrebbe essere necessaria un’integrazione di calcio per raggiungere il fabbisogno di assunzione da 800 a 1.000 mg / die. Questo è particolarmente importante per gli anziani che non consumano abbastanza alimenti ricchi di calcio. In questo gruppo di popolazione, l’integrazione di calcio combinata con la vitamina D, può ridurre il rischio di ossa rotte “.

La mappa globale dell’IOF di assunzione di calcio dietetico è una risorsa educativa che richiama l’attenzione sul problema dell’assunzione inadeguata di calcio. L’obiettivo è mobilitare i fornitori di assistenza sanitaria e le autorità sanitarie in tutto il mondo per sviluppare strategie appropriate per affrontare il basso consumo di questa importante sostanza nutritiva, specialmente nelle regioni in cui l’assunzione alimentare è estremamente bassa.

close

Newsletter Firmo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here