A chiunque avesse subito una frattura della colonna vertebrale, il medico curante potrebbe suggerire una serie di strategie per alleviare il dolore ed aiutare la guarigione dell’osso. Tra queste, evidenziamo:

  • Farmaci antinfiammatori e antidolorifici per dare sollievo al dolore
  • Riposo a letto a breve termine in caso di dolore persistente (i pazienti dovrebbero comunque iniziare a muoversi il prima possibile, ma entro i limiti concessi loro dal dolore)
  • Busto ortopedico durante le prime settimane di guarigione
  • Fisioterapia ed esercizi per migliorare la postura e rafforzare la muscolatura
  • Programma di prevenzione delle cadute
  • Idroterapia
  • Per i pazienti che soffrono di dolore severo e che non rispondono ai trattamenti non chirurgici, potrebbero essere prese in considerazione alcune procedure per rinforzare le vertebre come la cifoplastica e la verebroplastica

Esistono inoltre una serie di opzioni di trattamento sicure ed efficaci che possono ridurre sostanziosamente il rischio di fratture secondarie. Una valutazione dello stato di salute delle proprie ossa potrebbe aiutare il medico a determinare strategie appropriate per affrontare la perdita di massa ossea.

Normalmente una cura farmacologica, accompagnata dall’adozione di una dieta accurata, dalla pratica dell’esercizio fisico e dagli opportuni cambiamenti dello stile di vita, dovrebbe essere iniziata quanto prima.

Una terapia efficace può ridurre dal 50% fino all’80% il rischio di fratture vertebrali a 6/12 mesi.

Approfondisci l’argomento visitando il sito della Fondazione Firmo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here