Osteoporosi maschile, valutare lo stato di salute dello scheletro

Il test di densità ossea è fondamentale ma è utile anche il test di auto-valutazione del rischio IOF

Spesso il paziente si rende conto di avere un problema di osteoporosi soltanto nel momento in cui si verifica una frattura, ma persino in quel caso, abbastanza spesso, la diagnosi di osteoporosi può essere trascurata dai medici, a meno che non si esiga immediatamente un test di DMO (Densità Minerale Ossea). Si tratta di un test indolore e non invasivo che viene effettuato tramite un apparecchio a scansione che valuta la forza ossea e che dovrebbe essere applicato a tutti quei pazienti per cui si sospetta una forma di fragilità ossea. In generale, un livello di densità minerale ossea che corrisponde al limite-soglia stabilita in base all’età esclude automaticamente il rischio di essere affetti da questa patologia.

A questo proposito, prima di rivolgersi a uno specialista, può essere utile eseguire in un minuto il test di autovalutazione del rischio IOF (International Osteoporosis Foundation), ottimo punto di partenza per discuterne poi con il proprio medico curante che potrà in seguito prescrivere un test DMO.

TEST DI AUTOVALUTAZIONE DEL RISCHIO OSTEOPOROSI PER UOMINI

1. È mai capitato ai suoi genitori di riportare una frattura all’anca a seguito di una caduta o di un lieve impatto?
2. Le è mai capitato di riportare una frattura a seguito di un impatto o di una caduta?
3. Ha mai assunto corticosteroidi (cortisone, prednisone, etc.) per più di tre mesi?
4. Ha perso più di 3 centimetri di altezza?
5. Ha l’abitudine di bere in maniera eccessiva (oltre i limiti di sicurezza)?
6. Fuma più di 20 sigarette al giorno?
7. Soffre spesso di diarrea, anche causa da celiachia o patologia di Crohn?
8. Ha mai avuto momenti di impotenza o mancanza di libido o altri sintomi legati ad un basso livello di testosterone?

Se il paziente risponde di sì ad una sola delle domande sopraelencate, non significa che è necessariamente affetto da osteoporosi: la diagnosi può essere infatti eseguita soltanto da un medico dopo il test di Densità Minerale Ossea. Tuttavia, è suggerito presentare tale test al suo medico curante il quale sarà suggerirLe se occorrono ulteriori accertamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top